Modi di dire

omicron

Utente pigro
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Niccolò_Paganini

perché si dice Paganini non ripete?

Questo popolare detto ebbe origine nel febbraio del 1818 al Teatro Carignano di Torino, quando Carlo Felice, dopo aver assistito a un concerto di Paganini, fece pregare il maestro di ripetere un brano. Paganini, che subiva spesso lesioni ai polpastrelli ed amava improvvisare al momento le composizioni, quindi difficilmente ripetibili, gli fece rispondere il suo disappunto «Paganini non ripete». A seguito del rifiuto gli fu negato il permesso di eseguire un terzo concerto in programma.
 

omicron

Utente pigro
https://unaparolaalgiorno.it/amp/significato/ambaradan

perché si dice ambaradan?
Amba Aradam monte dell’Etiopia su sui si svolse, nel 1936, l’omonima, confusa battaglia della Guerra d’Etiopia fra l’esercito del Regno d’Italia, guidato vittoriosamente da Badoglio, e l’esercito etiope.
 

Andromeda4

Utente di lunga data
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Niccolò_Paganini

perché si dice Paganini non ripete?

Questo popolare detto ebbe origine nel febbraio del 1818 al Teatro Carignano di Torino, quando Carlo Felice, dopo aver assistito a un concerto di Paganini, fece pregare il maestro di ripetere un brano. Paganini, che subiva spesso lesioni ai polpastrelli ed amava improvvisare al momento le composizioni, quindi difficilmente ripetibili, gli fece rispondere il suo disappunto «Paganini non ripete». A seguito del rifiuto gli fu negato il permesso di eseguire un terzo concerto in programma.
Aggiungo che in quell'occasione gli si ruppero due corde del violino... quindi quello che venne fuori era totalmente improvvisato proprio per questo incidente.
 

Tachipirina

Utente di lunga data
Te sei pericolosa....
Mentre fai la valigia lanci perle a destra e manca
Poi dimentichi le mollette dei panni, gli stuzzicadenti, lo sturalavandino, il mocio e tante altre cose indispensabili da far entrare in valigia, non distrarti:cool:
😂😂😂
 

Pincopallino

Utente di lunga data
Hai il cervello di una gallina.

In alcuni contesti, soprattutto qui, sarebbe offensivo per la gallina. 😂
 

omicron

Utente pigro
Te sei pericolosa....
Mentre fai la valigia lanci perle a destra e manca
Poi dimentichi le mollette dei panni, gli stuzzicadenti, lo sturalavandino, il mocio e tante altre cose indispensabili da far entrare in valigia, non distrarti:cool:
😂😂😂
Scherzi? Le mollette sono in valigia da giorni 🤣🤣🤣
 

omicron

Utente pigro
come ha detto ipazia
ad andare al mulino ci si infarina
che mi ha fatto pensare a
Chi va per certi mari certi pesci pesca
Chi è causa del suo mal pianga sé stesso
O come si dice dalle mie parti: si è fatto la frusta per il suo culo
e vogliono dire tutti la stessa cosa: che le nostre scelte hanno delle conseguenze che vanno accettate
 

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
come ha detto ipazia
ad andare al mulino ci si infarina
che mi ha fatto pensare a
Chi va per certi mari certi pesci pesca
Chi è causa del suo mal pianga sé stesso
O come si dice dalle mie parti: si è fatto la frusta per il suo culo
e vogliono dire tutti la stessa cosa: che le nostre scelte hanno delle conseguenze che vanno accettate
da me si dice anche

cercarsi il freddo per il letto (sempre d'inverno siamo, eh :D )
 

omicron

Utente pigro

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
Strano che questi detti parlino solo delle cose andate male però
Sono avvertimenti sui comportamenti che le potrebbero far andar male.
I "detti" erano modi dell'educazione.

Questo per esempio

ad andare coi lupi si impara a ululare

era un modo per spiegare che sapersi scegliere con chi accompagnarsi è fondamentale.
Non solo in termini di salvaguardia ma anche in termini di prospettiva di crescita personale.

Allo stesso modo

rubare il lavoro

significa mettersi nella posizione di imparare per migliorare le proprie competenze e di conseguenza la propria posizione sociale ed economica.


Dirli nel momento in cui le cose erano andate male era un altro modo per mettere la persona nella posizione di imparare dai suoi errori.
Nel tempo in cui gli errori erano ancora ritenuti importanti per gli apprendimenti e non un giudizio e comportavano un immediato fare successivo. ;)

A questo proposito c'erano anche i detti consolatori

chi fa, sbaglia :)

SE si voleva aggiungerci un disprezzo di un qualche tipo si poteva aggiungere (chi non sa, insegna :p)
 

spleen

utente ?
Dirli nel momento in cui le cose erano andate male era un altro modo per mettere la persona nella posizione di imparare dai suoi errori.
Nel tempo in cui gli errori erano ancora ritenuti importanti per gli apprendimenti e non un giudizio e comportavano un immediato fare successivo. ;)
Fallisci ancora, fallisci meglio.... 😁
 

Pincopallino

Utente di lunga data
come ha detto ipazia
ad andare al mulino ci si infarina
che mi ha fatto pensare a
Chi va per certi mari certi pesci pesca
Chi è causa del suo mal pianga sé stesso
O come si dice dalle mie parti: si è fatto la frusta per il suo culo
e vogliono dire tutti la stessa cosa: che le nostre scelte hanno delle conseguenze che vanno accettate
Io al mulino di ipazia ci andrei apposta per infarinarmi. 😍😂
 

spleen

utente ?
Questo me lo dice sempre G.
Lo trovo un bellissimo detto! :D
E' uno stile di vita!
E' un modo propositivo, utile, pieno, di vivere le esperienze.
Imparare dagli errori, capirli, cercare di farne tesoro, non replicarli, avere una finestra maggiormente larga, più consapevole sulla propria esperienza di vita.
Edit: Io e G. vedo che condividiamo molte cose...😂
 
Ultima modifica:

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
E' uno stile di vita!
E' un modo propositivo, utile, pieno, di vivere le esperienze.
Imparare dagli errori, capirli, cercare di farne tesoro, non replicarli, avere una finestra maggiormente larga, più consapevole sulla propria esperienza di vita.
Edit: Io e G. vedo che condividiamo molte cose...😂

Tu e G. vi somigliate parecchio :D:D

Esattamente, è uno stile di vita.
Calato nella vita e nell'impermanenza.
Nel non assolutizzare e non cristallizzarsi.

Anche e soprattutto come forma del pensiero...e quindi come forma che si conferisce al mondo.

Un mio vecchio prof mi diceva che quel che conta è fare errori sempre nuovi. Lì l'impegno.
Che altro non è che non rendersi criceti sulla ruota. Per quel che si può.
 
Top