Pazzesco

abebis

Utente di lunga data
La moglie di @Pazzesco ha iniziato una psicoterapia e ha fatto bene.
Può essere che abbia preso sul serio una prescrizione paradossale o che questo intervento diretto sia una iniziativa sua.
A me sembra diverso dire “puoi trovare con altre ciò che io non riesco a dare” dal fare da tramite per una nuova relazione.
Il secondo caso, quello attuale, è un modo per rimanere nella relazione è in una posizione di forza. C’è una bella differenza tra (come in una pubblicità di questi giorni) la nonna che invita i nipoti a sistemarsi e chi combina il matrimonio.
Ad ogni modo, forse è anche un po' esagerato attribuire una tale sofisticatezza al comportamento della moglie di @Pazzesco : potrebbe anche essere che questa donna è (sinceramente) dispiaciuta di non riuscire a provare stimoli sessuali e ritiene che non può chiedere al marito una rinuncia al sesso, pertanto questi possono essere solo i suoi modi di comunicargli la sua condiscendenza al fatto che lui intrattenga relazioni (puramente) sessuali con altre persone, anche conosciute eventualmente. E questo senza nessun retropensiero di "controllo" o "esercizio di potere".

È una possibilità, e forse anche la più semplice, ma non ci sono elementi sufficienti per poterlo capire: la sua strizza sicuramente ne sa di più :)

Il nocciolo della questione è comunque solo il fatto che a lui stia bene o meno: se gli sta bene, la relazione può andare avanti, altrimenti inevitabilmente naufragherà.
 

Tachidoz

Utente di lunga data
Mi permetto di fare una domanda a Pazzesco: l'uscita a quattro da chi è stata organizzata? Strano che un'amica che vedi saltuariamente ti confessi dei tradimenti del marito, ancora più strano pensare a lei come sostituta. Anche nel primo incontro credo si trattasse di un'amica di tua moglie. Credo possa essere un modo per avere un controllo maggiore sulle sue uscite "fisiologiche". Per tenere a bada il cuore, non il c...o

Vidi anni fa un servizio in tv delle Iene in cui una povera mamma con il figlio con gravi problemi di handicap psicofisici, aveva comunque notato in lui bisogno di sfogarsi sessualmente. Lo portava regolarmente da una professionista che trattava altri casi simili, li lasciava soli un'oretta e poi lo riportava a casa. Trovava grandi miglioramenti nella serenità psicologica del figlio.

Derubricare il NORMALISSIMO bisogno di fare l'amore con la persona che si ama a 'sfogare i propri bisogni fisiologici' (cerca pure di trovargliele, come la mamma del ragazzo) è davvero svilente nei confronti del rifiutato, poco delicato e denota davvero poca empatia nei confronti della persona "amata". Non è cuckoldismo femminile, la moglie mica gode a vederlo andare con altre, lo fa perché lui deve sfogare, mica perchè è innamorato di lei. Poca empatia, questo vedo ,ed è una delle basi insieme al sesso. Ovviamente giudizio mio.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Sì ma non è comunque una bella cosa secondo me. Non so io faccio davvero fatica ad entrare nell’ottica di questa cosa.
Forse non è chiaro che io non dico cosa farei io.
Ho cercato di analizzare la situazione.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Ad ogni modo, forse è anche un po' esagerato attribuire una tale sofisticatezza al comportamento della moglie di @Pazzesco : potrebbe anche essere che questa donna è (sinceramente) dispiaciuta di non riuscire a provare stimoli sessuali e ritiene che non può chiedere al marito una rinuncia al sesso, pertanto questi possono essere solo i suoi modi di comunicargli la sua condiscendenza al fatto che lui intrattenga relazioni (puramente) sessuali con altre persone, anche conosciute eventualmente. E questo senza nessun retropensiero di "controllo" o "esercizio di potere".

È una possibilità, e forse anche la più semplice, ma non ci sono elementi sufficienti per poterlo capire: la sua strizza sicuramente ne sa di più :)

Il nocciolo della questione è comunque solo il fatto che a lui stia bene o meno: se gli sta bene, la relazione può andare avanti, altrimenti inevitabilmente naufragherà.
La sofisticatezza può non essere consapevole, non lo è quasi mai, ma è presente sempre.
 

Etta

Utente di lunga data
Ma tu cerchi solo il ruolo di amante...per questo...
Così non avrai mai una dopo ti te ..
Al max ti stoppa prima...
Sì certo, ma metti caso dovessi avere un ufficiale, non accetterei mai di condividerlo in quel caso.
 

Etta

Utente di lunga data
Ma sempre condivisione è...
Anzi...lei avrebbe più diritti di te...solo per l anzianità...
In tutti i sensi in effetti.

Ma tu sei l amante ..
Da sempre...
Stavo facendo un’ipotesi.

Però si è capito.
Non è proprio indispensabile dirlo in ogni discussione dieci volte.
Meglio ribadirlo. Si sa mai.

Cosa cambia prima o dopo, non lo capisco! Essere amanti è sempre un condividere volenti o nolenti. La differenza che fai tu non ha senso. Non sarà mai solo tu, ma tu non lo capisci e non lo accetti, ma se continui ad essere amante sarà sempre così.
Io parlo dal mio punto di vista: se un uomo è già sposato, ed io accetto di essere la sua amante, è vero che è condivisione ma non vengo “tradita”. Se invece io sono la moglie, e lui si trova l’amante, in quel caso verrei “tradita”. Se scelgo un uomo per starci ufficialmente, lo voglio solo mio, altrimenti se accetto di fare l’amante accetto anche di convididere. È normale.
 
Top