Ho tradito per convenienza

omicron

Irritante puntigliosa spaccacoglioni e pigra

Nonècomecredi

Utente di lunga data
Personalmente la penso così:
chi agisce per ottenere favori è colpevole esattamente come chi li eroga in cambio di qualcosa.
Molte attrici che vanno a letto per ottenere la parte non sono assolutamente vittime, ma complici. Infatti, il favore lo ottengono a discapito di tutte quelle che non si sottopongono a questo trattamento.
Quando vedo qualcuna andare in tv a denunciare (o forse dovrei dire ad autodenunciarsi) di essere andata a letto con qualcuno per convenienza, mi viene da pensare che lei faccia più schifo di quello che se l'è portata a letto! Le vere vittime sono quelle che non hanno mai minimamente pensato di fare una cosa del genere.
Si veda il caso Brizzi, donne che andavano a fare il provino a casa del regista. Allora penso:
  1. Come facevi a conoscere il regista prima del provino? (Significa che qualcuno ti ha agevolato nella conoscenza - come e perché')
  2. Come hai fatto a farti invitare a casa del regista? (Significa che cercavi la scorciatoia per scavalcare le rivali, basandoti sulla conoscenza di cui sopra).
  3. Cosa ti aspettavi di fare a casa del regista tutti soli? Il provino? (credo sia risaputo che i provini non si facciano nella casa privata del regista)
  4. Ma perché il regista invita te e non un'altra? (sei davvero così convinta di essere più brava delle altre, o pensi semplicemente di essere più disponibile?)
In molti casi lo fanno per avere una parte secondaria, che fa curriculum, utile specialmente se non hai studiato anni di teatro, e comunque non ti va di fare la gavetta per 4 spiccioli. Ovviamente si possono conoscere altre persone, e quindi via con la girandola dei favori/disponibilità sessuale.
 

omicron

Irritante puntigliosa spaccacoglioni e pigra

danny

Utente di lunga data
Personalmente la penso così:
chi agisce per ottenere favori è colpevole esattamente come chi li eroga in cambio di qualcosa.
Molte attrici che vanno a letto per ottenere la parte non sono assolutamente vittime, ma complici. Infatti, il favore lo ottengono a discapito di tutte quelle che non si sottopongono a questo trattamento.
Quando vedo qualcuna andare in tv a denunciare (o forse dovrei dire ad autodenunciarsi) di essere andata a letto con qualcuno per convenienza, mi viene da pensare che lei faccia più schifo di quello che se l'è portata a letto! Le vere vittime sono quelle che non hanno mai minimamente pensato di fare una cosa del genere.
Si veda il caso Brizzi, donne che andavano a fare il provino a casa del regista. Allora penso:
  1. Come facevi a conoscere il regista prima del provino? (Significa che qualcuno ti ha agevolato nella conoscenza - come e perché')
  2. Come hai fatto a farti invitare a casa del regista? (Significa che cercavi la scorciatoia per scavalcare le rivali, basandoti sulla conoscenza di cui sopra).
  3. Cosa ti aspettavi di fare a casa del regista tutti soli? Il provino? (credo sia risaputo che i provini non si facciano nella casa privata del regista)
  4. Ma perché il regista invita te e non un'altra? (sei davvero così convinta di essere più brava delle altre, o pensi semplicemente di essere più disponibile?)
In molti casi lo fanno per avere una parte secondaria, che fa curriculum, utile specialmente se non hai studiato anni di teatro, e comunque non ti va di fare la gavetta per 4 spiccioli. Ovviamente si possono conoscere altre persone, e quindi via con la girandola dei favori/disponibilità sessuale.
Assolutamente vero, proprio perché ho la testimonianza delle trombate, ovvero di quelle che hanno detto no.
Sono proprio queste ultime a dire la stessa cosa tua. E attenzione, lo stesso discorso vale per gli uomini.
Il mondo dello spettacolo è un troiaio nel vero senso della parola.
Un profondo crogiolo amorale dove si concentrano egocentrici, stronzi e puttane. Chi crede che sia il merito il motore principale di tante carriere è un illuso.
La Hunziker senza Predolin e Ramazzotti avrebbe avuto successo?
Credo proprio di no.
Stessa cosa nella lirica, che si ritiene un ambiente serio.
L'alternativa a questo è avere tanti soldi.
O essere un personaggio che i soldi li porta.
Non sto dicendo che va per tutti così, ma che è largamente diffuso l'uso del sesso come merce di scambio per uomini e donne.
In fin dei conti anche un genio come Bowie è andato a letto con i produttori.
 

Etta

Utente di lunga data
Anche io anni fa avevo tradito per la stessa motivazione della ragazza di questo 3d. Come finì? Il tizio in questione mi aveva preso per il culo e non mi diede nessun lavoro. Tantè che nell’ultimo messaggio gli inviai ( ho ancora la chat credo ) gli scrissi: “Ti tornerà indietro”. Tre anni dopo è morto di tumore.
 

pippo58

Utente
sospetti di essere tradito?
Si. Ma essendo un sospetto posso fare ben poco. Molto difficile potere appurare nel mio caso. Diciamo che qui mi sto informando 😊

Stessa domanda poco fa e ripropongo volentieri. Si. Ma essendo un sospetto posso fare ben poco. Molto difficile potere appurare nel mio caso. Diciamo che qui mi sto informando 😊

Anche io anni fa avevo tradito per la stessa motivazione della ragazza di questo 3d. Come finì? Il tizio in questione mi aveva preso per il culo e non mi diede nessun lavoro. Tantè che nell’ultimo messaggio gli inviai ( ho ancora la chat credo ) gli scrissi: “Ti tornerà indietro”. Tre anni dopo è morto di tumore.
Spero di essere, nel caso ci conoscessimo di persona, un semplice e sincero amico per te😁
 

bravagiulia75

Utente di lunga data
Anche io anni fa avevo tradito per la stessa motivazione della ragazza di questo 3d. Come finì? Il tizio in questione mi aveva preso per il culo e non mi diede nessun lavoro. Tantè che nell’ultimo messaggio gli inviai ( ho ancora la chat credo ) gli scrissi: “Ti tornerà indietro”. Tre anni dopo è morto di tumore.
Beh diciamo che è stato peggio per lui che per te...tu ti sei fatta solo ripassare dall' ennesimo...lui è passato a miglior vita...
 

pippo58

Utente
Apri un thread e racconta la tua storia, così magari puoi raccogliere pareri di chi è passato per la tua stessa situazione
Lo farò a breve. Ho letto una storia che potrebbe avvicinarsi alla mia ma raccontata dalla lei traditrice confessa e pentita. Nel mio caso la racconterei io ma senza confessione e pentimento della mia lei che è mia moglie. Ti due punti intanto. Sono pianista intrattenitore e lavoro in navi da crociera fluviali e mia moglie è straniera e quando lavoro torna nel suo paese. Ecco dove nasce la prima difficoltà nel verificare. Ma ne discuteremo meglio dopo.
 

Marjanna

Utente di lunga data
Buongiorno. Sono nuovo e sto orientandomi sul sito come parte attiva adesso. Leggo da tempo le varie storie e questa non è peggiore di altre ma sicuramente è la più insolita a mio parere. So bene che è una storia vecchia ma vorrei solo dire che non so se qui è da ammirare lo spirito di sacrificio oppure da schifare la signora per l'opportunismo. Chissà come sarà finita.
Mi sembra di capire che la situazione di tradimento che temi sia simile.
Per fortuna un tempo ci si fermava a poche pagine (ho potuto leggere velocemente i commenti di @Killerina, non ho guardato gli altri).
Non ho capito perchè si sia finiti a parlare di attrici, che mi sembra un contesto parecchio specifico.
Andando a pigliare casi estremi a me è venuto in mente un episodio raccontato per tv (non ricordo dove) molti anni fa. Un italiano imprenditore che aveva una fabbrica in Romania, Moldavia o Ucraina, non ricordo di preciso la vicenda, però si scopava tutte quelle che assumeva.
Donne che hanno avuto simpatiche amicizie con datori di lavoro ne ho viste, non mi sono mai sembrate ste gran belve calcolatrici, anche se non ho mai avuto legami con una di queste da riceverne le confidenze. E alla fine queste se ne vanno, motivi sempre piuttosto ignoti.
Io con uno certe sensazioni le avevo, però anche caratterialmente non mi piaceva, feeling proprio zero, ma mai avrei immaginato fin dove poteva spingersi, finchè un giorno non mi ha dato da gestire certe cose, e mi ha messo in mano la sua casella email. Non posso scrivere niente di più.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Questo post ti fa capire cos'è l'analfabetismo funzionale di cui parlavo in altro Thread! La frase ed il concetto che hai espresso erano chiarissimi, come si fa a non capirli, e a rispondere una cosa che non c'entra nulla? 😂
Si legge rapidamente. Succede che sfugga un non.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Personalmente la penso così:
chi agisce per ottenere favori è colpevole esattamente come chi li eroga in cambio di qualcosa.
Molte attrici che vanno a letto per ottenere la parte non sono assolutamente vittime, ma complici. Infatti, il favore lo ottengono a discapito di tutte quelle che non si sottopongono a questo trattamento.
Quando vedo qualcuna andare in tv a denunciare (o forse dovrei dire ad autodenunciarsi) di essere andata a letto con qualcuno per convenienza, mi viene da pensare che lei faccia più schifo di quello che se l'è portata a letto! Le vere vittime sono quelle che non hanno mai minimamente pensato di fare una cosa del genere.
Si veda il caso Brizzi, donne che andavano a fare il provino a casa del regista. Allora penso:
  1. Come facevi a conoscere il regista prima del provino? (Significa che qualcuno ti ha agevolato nella conoscenza - come e perché')
  2. Come hai fatto a farti invitare a casa del regista? (Significa che cercavi la scorciatoia per scavalcare le rivali, basandoti sulla conoscenza di cui sopra).
  3. Cosa ti aspettavi di fare a casa del regista tutti soli? Il provino? (credo sia risaputo che i provini non si facciano nella casa privata del regista)
  4. Ma perché il regista invita te e non un'altra? (sei davvero così convinta di essere più brava delle altre, o pensi semplicemente di essere più disponibile?)
In molti casi lo fanno per avere una parte secondaria, che fa curriculum, utile specialmente se non hai studiato anni di teatro, e comunque non ti va di fare la gavetta per 4 spiccioli. Ovviamente si possono conoscere altre persone, e quindi via con la girandola dei favori/disponibilità sessuale.
Ho idea che tu stia parlando di cose che non conosci.
 

pippo58

Utente
Mi sembra di capire che la situazione di tradimento che temi sia simile.
Per fortuna un tempo ci si fermava a poche pagine (ho potuto leggere velocemente i commenti di @Killerina, non ho guardato gli altri).
Non ho capito perchè si sia finiti a parlare di attrici, che mi sembra un contesto parecchio specifico.
Andando a pigliare casi estremi a me è venuto in mente un episodio raccontato per tv (non ricordo dove) molti anni fa. Un italiano imprenditore che aveva una fabbrica in Romania, Moldavia o Ucraina, non ricordo di preciso la vicenda, però si scopava tutte quelle che assumeva.
Donne che hanno avuto simpatiche amicizie con datori di lavoro ne ho viste, non mi sono mai sembrate ste gran belve calcolatrici, anche se non ho mai avuto legami con una di queste da riceverne le confidenze. E alla fine queste se ne vanno, motivi sempre piuttosto ignoti.
Io con uno certe sensazioni le avevo, però anche caratterialmente non mi piaceva, feeling proprio zero, ma mai avrei immaginato fin dove poteva spingersi, finchè un giorno non mi ha dato da gestire certe cose, e mi ha messo in mano la sua casella email. Non posso scrivere niente di più.
Ho raccontato di un film dove un attrice per ottenere un vantaggio si concesse a un produttore che alla fine le diede un assegno che venne poco dopo bloccato da lui stesso in banca. Era una similitudine e volevo dire che non sempre concedendosi si ottengono i vantaggi sperati. Ho creato involontariamente confusione e mi scuso
 

Nonècomecredi

Utente di lunga data
Ho raccontato di un film dove un attrice per ottenere un vantaggio si concesse a un produttore che alla fine le diede un assegno che venne poco dopo bloccato da lui stesso in banca. Era una similitudine e volevo dire che non sempre concedendosi si ottengono i vantaggi sperati. Ho creato involontariamente confusione e mi scuso
esiste una scena del genere nel film "le vite degli altri" solo che il film è ambientato nella germania socialista, e l'attrice in questione è costretta a tradire il fidanzato con un gerarca politico per non veder stroncata la propria carriera
 

Brunetta

Utente di lunga data
esiste una scena del genere nel film "le vite degli altri" solo che il film è ambientato nella germania socialista, e l'attrice in questione è costretta a tradire il fidanzato con un gerarca politico per non veder stroncata la propria carriera
Ma ovunque le donne subiscono ricatti sessuali e decidere a priori che chi subisce il ricatto sia consapevole e manipolatrice (in senso figurato, oltre che letterale) e che si prostituisca, mi pare azzardato. È proprio quel rovesciare la responsabilità sulla vittima che si dovrebbe sempre evitare.
 

Nonècomecredi

Utente di lunga data
Ma ovunque le donne subiscono ricatti sessuali e decidere a priori che chi subisce il ricatto sia consapevole e manipolatrice (in senso figurato, oltre che letterale) e che si prostituisca, mi pare azzardato. È proprio quel rovesciare la responsabilità sulla vittima che si dovrebbe sempre evitare.
io non ho deciso niente, o semplicemente detto che chi va a letto non è vittima ma è complice. Vittime sono quelle che rifiutano di andare a letto.
Esercizio del giorno:
Rileggiti il post. Individua, nel concetto da me esposto:
  • chi sono le vittime,
  • chi sono i carnefici,
  • chi sono i complici dei carnefici
Inoltre stabilisci sulla base di quanto scritto, se l'autore del pensiero abbia deciso a priori che "chi subisce il ricatto sia consapevole e manipolatrice".
Tempo di svolgimento 30 minuti.
 
Top