Quiet quitting

Foglia

utente viva e vegeta
Io sono stata approcciata più volte in modo diretto dal mio ex datore di lavoro e visto che non ci sono stata, mi faceva proprio schifo solo pensarci, il trattamento nei miei confronti è peggiorato ed alla fine non ci stavo più bene lì e mi sono fatta lasciare a casa, non ho voluto infierire dopo anni di collaborazione, ma se lo sarebbe meritato 😞
A me andò più o meno così. Ad un certo punto mi appioppo' il lavoro "extra" fino ad allora svolto dalla sua collaboratrice decana, vale a dire la gestione di TUTTE le scadenze di studio (che gli altri collaboratori non potevano gestirsi da sé 🤷‍♀️) e persino il coordinamento dei dipendenti. Un lavoro immane, che si andava ad affiancare al mio. Tutto questo, a suo dire, avrebbe comportato un aumento. Peccato solo che non soltanto non sapevamo QUANDO avrebbe pagato, ma (per tenerci sulle spine 😎) nemmeno quanto. Potevamo solo fare una "previsione " su base annua 🤷‍♀️. Ebbene, al termine di quell'anno gli dissi chiaro che, del suo aumento per l'incarico extra (Mi occupo di diritto, se mi vuoi far gestire il personale, ok, lo faccio, ma insomma.... non è che non fosse nulla avere la responsabilità delle scadenze altrui o di avere conto dell'operato dei dipendenti, o la responsabilità della privacy ;) , che ci fu un momento per cui, per quest'ultima, rischiai di brutto ;) ) non avevo visto che una miseria proprio. Il rapporto un po' si ruppe, se in quel momento pensavo che era pure andato in giro a dire (cretino proprio) che gli sarebbe piaciuto darmi due colpi, il quadro era chiaro :). Non scappati, però, attesi i tempi dell'alternativa ;)
Però, oramai, ho imparato a distinguere le inculate, e a verificare quando chi trae vantaggio da me, sostiene anche di essermi tanto affezionato ("siamo come una famiglia ", soleva ripetere 😎. Meno male, per la società, che non si era mai riprodotto 😂😂😂😂).
 

Foglia

utente viva e vegeta
Foglia, gli hai dato il due di picche, ci credo che non hai avuto vantaggi...
Eh, ma certo :) : te pensa quali incredibili vantaggi avrei avuto a dargliela! 😂 L'incredibile vantaggio del finché me la dai resti e sgobbi???? Ma dai! Quello era uno con una pelliccia sullo stomaco spessa chilometri, e che cribbio. Anche fosse risolutivo il darla via (e non fa per me) almeno con uno che non considera gli altri meri prolungamenti di sé. Che quando il prolungamento dice "ehila', guarda che sono una persona ", basta niente a gettarlo via in malo modo ;)
Mi avrebbe tenuta nel suo studio, mica mandata a coprire chissà quale mega lavoro all'esterno ;)
Ero abbastanza giovane (poco più che trentenne) ma (oltre che TROPPO 😂 fedele) abbastanza scafata da capire che era una vespa, non un'ape 😎
 

Reginatriste72

Utente di lunga data
A me andò più o meno così. Ad un certo punto mi appioppo' il lavoro "extra" fino ad allora svolto dalla sua collaboratrice decana, vale a dire la gestione di TUTTE le scadenze di studio (che gli altri collaboratori non potevano gestirsi da sé 🤷‍♀️) e persino il coordinamento dei dipendenti. Un lavoro immane, che si andava ad affiancare al mio. Tutto questo, a suo dire, avrebbe comportato un aumento. Peccato solo che non soltanto non sapevamo QUANDO avrebbe pagato, ma (per tenerci sulle spine 😎) nemmeno quanto. Potevamo solo fare una "previsione " su base annua 🤷‍♀️. Ebbene, al termine di quell'anno gli dissi chiaro che, del suo aumento per l'incarico extra (Mi occupo di diritto, se mi vuoi far gestire il personale, ok, lo faccio, ma insomma.... non è che non fosse nulla avere la responsabilità delle scadenze altrui o di avere conto dell'operato dei dipendenti, o la responsabilità della privacy ;) , che ci fu un momento per cui, per quest'ultima, rischiai di brutto ;) ) non avevo visto che una miseria proprio. Il rapporto un po' si ruppe, se in quel momento pensavo che era pure andato in giro a dire (cretino proprio) che gli sarebbe piaciuto darmi due colpi, il quadro era chiaro :). Non scappati, però, attesi i tempi dell'alternativa ;)
Però, oramai, ho imparato a distinguere le inculate, e a verificare quando chi trae vantaggio da me, sostiene anche di essermi tanto affezionato ("siamo come una famiglia ", soleva ripetere 😎. Meno male, per la società, che non si era mai riprodotto 😂😂😂😂).
Anche lui diceva siamo come una famiglia e lui sì è’ sposato tre volte e si è anche riprodotto 🤦🏻‍♀️
 

Foglia

utente viva e vegeta
Anche lui diceva siamo come una famiglia e lui sì è’ sposato tre volte e si è anche riprodotto 🤦🏻‍♀️
Questodue volte, la prima per far carriera (era la figlia del titolare del suo primo studio) ;).

Poi combino' casini di cui si era persino vantato: tipo scoparsi una collaboratrice (da pressoché capo, o comunque "superiore ") che era innamorata persa di lui. Una volta scopata, il vanto fu trattarla di merda il giorno seguente, senza manco salutarla 😎. E d'altronde, poveretto, era stata quella ad indurlo a scoparsela: dopo cazzo voleva? Chi nasce cerchio, non muore quadrato ;)
 

danny

Utente di lunga data
Eh, ma certo :) : te pensa quali incredibili vantaggi avrei avuto a dargliela! 😂 L'incredibile vantaggio del finché me la dai resti e sgobbi???? Ma dai! Quello era uno con una pelliccia sullo stomaco spessa chilometri, e che cribbio. Anche fosse risolutivo il darla via (e non fa per me) almeno con uno che non considera gli altri meri prolungamenti di sé. Che quando il prolungamento dice "ehila', guarda che sono una persona ", basta niente a gettarlo via in malo modo ;)
Mi avrebbe tenuta nel suo studio, mica mandata a coprire chissà quale mega lavoro all'esterno ;)
Ero abbastanza giovane (poco più che trentenne) ma (oltre che TROPPO 😂 fedele) abbastanza scafata da capire che era una vespa, non un'ape 😎
Mica li hai dall'andarci a letto.
Li hai nel condividere un segreto.
Certo, devi poterlo gestire senza che vada anche a svantaggio tuo. Se conservare il segreto interessa anche a te, vantaggi ne vedo pochi.
Se a lui poi non frega nulla del segreto, non hai nessuna arma.
 

Foglia

utente viva e vegeta
Mica li hai dall'andarci a letto.
Li hai nel condividere un segreto.
Certo, devi poterlo gestire senza che vada anche a svantaggio tuo. Se conservare il segreto interessa anche a te, vantaggi ne vedo pochi.
Se a lui poi non frega nulla del segreto, non hai nessuna arma.
Ero fidanzata e innamorata, avevo escluso l'ipotesi di poterci stare. Certo che andare a letto con uno pensando di avere poi "un'arma" non avrebbe in ogni caso fatto per me. Sì: il "vantaggio " sarebbe stato che avrei dovuto pure continuare per non essere cacciata! 😂

Ma al di là di qualche sottile allusione non è mai andato: credo brava io a non dargli spazio, fortunata a lavorare anche con la moglie in studio, che passava per la tontolona di turno, ma secondo me immaginava (per lo meno) le "scappatelle " di cotanto marito 😎 Dalla sua aveva (almeno parlo del lato che io comunque ammiravo) un'intelligenza smisurata, che utilizzava benissimo per far carriera ed emergere, essere il primo :) Peccato che, a livello umano il suo motto fosse quello di essere forte coi deboli, e debole coi forti (citazione testuale :D ). E credeva di farsi figo nel dire queste cose :)
 

Pincopallino

Utente di lunga data
Ricordo bene il post e la conclusione.
Era per affermare che in fin dei conti l'impresa fa sempre il suo interesse.
Naturale, diversamente sarebbe Onlus e non impresa. Tuttavia sono stati introdotti criteri diversi di riconoscimento dello sforzo dei dipendenti, facendoli partecipare agli utili. E nessuno li obbliga.
 

danny

Utente di lunga data
Naturale, diversamente sarebbe Onlus e non impresa. Tuttavia sono stati introdotti criteri diversi di riconoscimento dello sforzo dei dipendenti, facendoli partecipare agli utili. E nessuno li obbliga.
Sono incentivi, e anche questi rendono all'azienda.
In un'azienda sana e con prospettive dovrebbero essere la norma.
 

Brunetta

Utente di lunga data
A me gli incentivi fuori busta, spesso anche da tenere nascosti ai colleghi, fanno pensare alle noccioline gettate alle scimmie. Aumentano competizione interna, non competitività della aziende. Però fa sentire i capi potenti.
 

danny

Utente di lunga data
A me gli incentivi fuori busta, spesso anche da tenere nascosti ai colleghi, fanno pensare alle noccioline gettate alle scimmie. Aumentano competizione interna, non competitività della aziende. Però fa sentire i capi potenti.
Un po' è vero, se si limitano ai bonus economici in assenza di altro riconoscimento.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Un po' è vero, se si limitano ai bonus economici in assenza di altro riconoscimento.
Un “bravo” non si nega a nessuno, se si ha un minimo di conoscenza di come funziona il mondo.
 

danny

Utente di lunga data
Un “bravo” non si nega a nessuno, se si ha un minimo di conoscenza di come funziona il mondo.
Magari.
Nel mondo del lavoro resiste ancora in molti casi la concezione padronale (io - parenti compresi - sono io voi non contate un cazzo).
Poi ci sono quelli illuminati che capiscono che alimentare frustrazioni è controproducente.
 

Pincopallino

Utente di lunga data
Un po' è vero, se si limitano ai bonus economici in assenza di altro riconoscimento.
In grandi aziende difficile gestire il fuori busta o il nero. Qui si è preferita la partecipazione agli utili concordata coi sindacati, che hanno due posti anche nel cda. Modello importato dalla Germania e copiato dalla VW. Per ora tiene.
 

Pincopallino

Utente di lunga data
A me gli incentivi fuori busta, spesso anche da tenere nascosti ai colleghi, fanno pensare alle noccioline gettate alle scimmie. Aumentano competizione interna, non competitività della aziende. Però fa sentire i capi potenti.
Mai vissuto queste realtà. e meno male.
 

Jacaranda

Utente di lunga data
Foglia, gli hai dato il due di picche, ci credo che non hai avuto vantaggi...
Ripeto: è una cosa che trovo terribile, ma è anche molto comune (anche nei confronti degli uomini, io da ragazzo non superai la prova in un negozio con la padrona...).
Il fatto che ormai si faccia strada perché si va a letto con qualcuno, perché si è parenti o amici molto stretti, perché si ha un ruolo determinante nel PD (in subordine altri partiti, ma sono meno importanti), perché si ricambia un favore necessario è un collo di bottiglia per il nostro mondo del lavoro.
Boh..io sono sempre stata sul culo a tutti i miei capi che ho spesso considerato , a ragione, degli incapaci e si capiva.., non ho conoscenze che mi abbiamo aiutato e non l’ho data via.. semplicemente sono abbastanza brava a incrementare i fatturati delle aziende per cui ho lavorato. Certo, non tutti i tipi di lavoro ti permettono la stessa evidenza. Io ho scelto settori in cui si potessero misurare oggettivamente i miei risultati o in cui poter portare competenze poco diffuse.
 

danny

Utente di lunga data
Boh..io sono sempre stata sul culo a tutti i miei capi che ho spesso considerato , a ragione, degli incapaci e si capiva.., non ho conoscenze che mi abbiamo aiutato e non l’ho data via.. semplicemente sono abbastanza brava a incrementare i fatturati delle aziende per cui ho lavorato. Certo, non tutti i tipi di lavoro ti permettono la stessa evidenza. Io ho scelto settori in cui si potessero misurare oggettivamente i miei risultati o in cui poter portare competenze poco diffuse.
Non a caso hai scritto nel tuo post che i tuoi capi sono degli incapaci e che stavi sul culo a loro (e non gliela davi).
E credo mi potresti confermare che alcuni di loro sono anche puttanieri e avrebbero voluto che tu fossi più disponibile, non solo che portassi risultati.
Tu sei l'eccezione, perché malgrado tutto i risultati li porti e quindi i soldi arrivano, e questo fa abbozzare chiunque non sia del tutto un coglione e non sia in competizione con te.
Non mi hai contraddetto.
La strada che ho indicato infatti è per i mediocri.
Quelli che tu consideri incapaci e che sono stati i tuoi capi.
Se nel mondo del lavoro fosse davvero tutto legato al merito, dei tuoi capi avresti avuto invece sempre profonda stima e ben altra opinione.
Come ne ho avuta io per alcuni che ho incontrato nel mio percorso e verso i quali nutro profonda stima.
 
Ultima modifica:
Top