Nuovo matrimonio complicato, dopo divorzio

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Ecco quello che continuavo a dire a Brunetta ( e a non mi ricordo chi altro ) e mi dicevano che non era vero.


Del datore che non ti assume. Non ho il potere di autoassumermi. Magari.
Hai il potere di cercare e accontentarti pur di renderti indipendente
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
E tu non mollare manda CV a tappeto..

Prima o poi salta fuori qualcosa...

Ma nessuno mai ti darà 2 mesi di stacco in estate 2 settimane a Natale 1 a pasqua e qualche giorno a carnevale più tutti i ponti come hai tu ora...

Quindi dubito seriamente che tu possa accettare un altro lavoro quindi...
Ma solo i miei figli uno con diploma e uno senza hanno trovato lavoro con buon stipendio? Operaio turnista
Se vuoi lavorare il lavoro lo trovi. Ms qui è la voglia che manca
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Seee.. Immagino.. Mia mamma dice che io non ho bisogno di nulla visto che ho un buon lavoro
Allora metti in chiaro che se tua madre avrà bisogno di aiuto tu te ne lavi le mani.
Fai l:arrabbiata e la distaccata secondo me lei si prende la strizza e inizia a pensarci
 
Ultima modifica:

Etta

Utente di lunga data
Ci rinuncio...
Allora...non sei unica nel tuo settore...quindi potresti fare anche altro...
Ma questo nella tua piccola testa bionda non entra...
Quindi .. purtroppo devo dare ragione a perplesso...
E non incazzarmi se mi sposta le risposte che ti do...(anche se poi mi chiude i post...)
E qualcun altro mi darà ragione...
Ho capito che potrei fare altro ma io parlavo per il mio di settore.

Hai il potere di cercare e accontentarti pur di renderti indipendente
Anche se lo stipendio è da fame?
 

CIRCE74

Utente di lunga data
Infatti lui è super deciso. (sta già cercando una casa.. Grande.. E organizzando il trasloco di lei.. Ma in caso si metta seriamente nei guai, pensate che ci rimetta anch io? Intendo la legge viene anche sui miei beni?
Non penso che potrebbe rivalersi sui tuoi beni almeno che tu non dia qualche garanzia in caso di richiesta di mutuo o finanziamenti vari....il rischio è sicuramente che continuando ad andare a chiedere a tua mamma poi questa finisca la sua liquidità e che data l'età nel momento del bisogno questa si rivolga a te per spese varie che potrebbero nascere per lei.
 

omicron

Irritante puntigliosa spaccacoglioni e pigra
Dispositivo dell'art. 433 Codice Civile
FontiCodice CivileLIBRO PRIMO - Delle persone e della famigliaTitolo XIII - Degli alimenti
All'obbligo di prestare gli alimenti(1) sono tenuti, nell'ordine(2):
  1. 1) il coniuge [51, 156](3);
  2. 2) i figli [legittimi o legittimati o naturali o adottivi] anche adottivi, e, in loro mancanza, i discendenti prossimi [, anche naturali](4);
  3. 3) i genitori [279] e, in loro mancanza, gli ascendenti prossimi; gli adottanti(5);
  4. 4) i generi e le nuore [434];
  5. 5) il suocero e la suocera(6);
  6. 6) i fratelli e le sorelle germani o unilaterali, con precedenza dei germani sugli unilaterali [439](7).
ART. PRECEDENTEART. SUCCESSIVO

Note
(1) Gli alimenti legali sono prestazioni di assistenza materiale dovute per legge alla persona che si trova in stato di bisogno economico (così Bianca). Essi trovano la loro fonte, anche costituzionale, nel dovere di solidarietà (art. 2 Cost.).
Il diritto che ne consegue è un diritto personalissimo, intrasmissibile, irrinunciabile ed imprescrittibile (secondo il dettato dell'art. 2934 del c.c., co. II), inalienabile ed impignorabile; viene qualificato come obbligazione di durata.

(2) Deve precisarsi come l'obbligo gravi in primis in capo al donatario (art. 437 del c.c., art. 769 del c.c.), ed anche - nel solo caso di adozione di persone maggiori d'età - in capo all'adottante ex art. 436 del c.c..
L'elencazione tassativa non vige imperativamente per l'alimentando, il quale potrà ben rivolgersi a chi - tra gli obbligati - gli offra maggiori garanzie di adempimento.

(3) L'obbligo alimentare perdura finché vi è il matrimonio (quindi anche in caso di separazione); in caso di divorzio esso viene a cessare, ma potrà essere sostituito dall'assegno divorzile.

(4) Sono inclusi tutti gli adottivi: tanto gli adottati dopo la maggiore età, quanto i minori adottati in casi particolari.
Il d.lgs. 28 dicembre 2013, n. 154, a decorrere dal 7 febbraio 2014, ha totalmente parificato i figli naturali a quelli legittimi.

(5) L'obbligo alimentare dei genitori è sussidiario, almeno temporalmente e limitatamente all'ampiezza degli effetti, rispetto all'obbligo di mantenimento (che sussisterà finché i figli non siano in grado di provvedere a se stessi, soddisfacendo ogni esigenza di vita, mentre gli alimenti dipendono dal bisogno e sono finalizzati al soddisfacimento di esigenze più elementari).

(6) L'affinità deriva solo da matrimonio e non da adozione.


(7) Stante la totale equiparazione tra fratelli (di cui alla legge n. 219 del 10 dicembre 2012), sono inclusi i figli nati fuori dal matrimonio e quelli il cui rapporto derivi da adozione piena (cd. legittimante).

https://www.brocardi.it/codice-civile/libro-primo/titolo-xiii/art433.html
 

omicron

Irritante puntigliosa spaccacoglioni e pigra
Certo ma quando mio fratello fa la spesa la. Farà per tutti.. Senza dire "questo x. Me, quello x voi".. Che casino🤦‍♀️
Non credo che il problema sia contare i grammi di pasta eh…
 

Brunetta

Utente di lunga data
Certo ma quando mio fratello fa la spesa la. Farà per tutti.. Senza dire "questo x. Me, quello x voi".. Che casino🤦‍♀️
Il problema è che deve pagare la spesa?
 

Vera

Supermod disturbante
Staff Forum
Certo ma quando mio fratello fa la spesa la. Farà per tutti.. Senza dire "questo x. Me, quello x voi".. Che casino🤦‍♀️
Mi sembra logico. Mica va a fare l'Erasmus.
 
Top