Se voi foste il giudice...

Ulisse

Utente di lunga data
impossibile, per me e credo per quasi tutti gli altri padri, smettere di amare un figlio come con un interruttore.
se non fosse grande..ma molto eh...eviterei pure di dirglielo cercando di separarmi motivando che come coniugi non ci si ama più.
Di lei non vorrei più sapere niente. Nessun rapporto.
Non è come scambiare i figli in ospedale o rendercene conto grazie ad un fortuito controllo genetico legato a tutt'altro scopo.
Ci sta un vero e proprio inganno perpetato nel tempo.
Credo merdata più grossa non si possa fare ad un uomo/padre

certo che la botta sarebbe dura da assorbire.
Roba da prendere la sedia ed una bottiglia di superalcolico.
 

Vera

Supermod disturbante
Staff Forum
Io pur non condividendo l'azione della donna, non la giudico e non la condanno.
Secondo me di situazioni del genere ce ne sono più di quante immaginiamo.
 

Ulisse

Utente di lunga data
Io pur non condividendo l'azione della donna, non la giudico e non la condanno.
non condannarla no.
Scartando l'ipotesi di avere un marito orco capace di uccidertelo nella culla, qualsiasi altra giustificazione non la ritengo valida per una così schifosa menzogna.

Secondo me di situazioni del genere ce ne sono più di quante immaginiamo.
si, lo credo anche io

ma ci vuole la ricetta medica per chiedere un test di paternità ?
chiedo per un amico eh
 

ologramma

Utente di lunga data
È la risposta più simile al mio pensiero.
Mio padre sono certa che sia mio padre biologico, anche per la somiglianza con mia figlia, ma è stato mio padre affettivo, se quello biologico non fosse stato lui, non cambierebbe nulla.
Il cantante Mengoli ha scoperto di non essere il padre biologico della figlia. La cosa è finita sui giornali qualche anno fa. Lui aveva chiuso i rapporti con la figlia che non si dava pace.
Ecco non credo proprio che “il sangue“ sia così importante.
L’inganno è un’altra cosa.
vero che ingannare è più grave.
Ricordi il disconoscimento della figlia del noto professor Maira nella separazione dalla moglie?
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Io pur non condividendo l'azione della donna, non la giudico e non la condanno.
Secondo me di situazioni del genere ce ne sono più di quante immaginiamo.
Sicuramente
Però mi viene difficile non giudicare o non pensare che meriti una condanna
Mi è incomprensibile un’azione del genere
 

Brunetta

Utente di lunga data

Brunetta

Utente di lunga data
Io pur non condividendo l'azione della donna, non la giudico e non la condanno.
Secondo me di situazioni del genere ce ne sono più di quante immaginiamo.
Penso che i giudici si basino su una legislazione che nello specifico non conosco nemmeno vagamente.
 

Foglia

utente viva e vegeta
Può darsi (può darsi) che lei abbia visto, a fronte della separazione, lei e il figlio, come "il nucleo " da preservare". Come tale, il padre (anche se non biologico), il "nemico " da allontanare dal nucleo. Condannarla penalmente no, ma far monitorare la sua idoneità genitoriale sicuramente. Sul reato, credo che sia tutta una questione, anzitutto, di prescrizione. Non penso che far perdere a un figlio adolescente, di colpo, sia un padre che una madre, sia la migliore soluzione possibile. Sicuramente la madre si è comportata da schifo: ma anche un padre che, dopo 10-15 anni arriva a disconoscere un figlio.... in franchezza, è una merda.
 

Marjanna

Utente di lunga data
@Foglia
Ma la revoca della potestà genitoriale non spetta solo al tribunale?
Lui avrebbe potuto disconoscere il figlio, ma allora il bimbo ha meno di 5 anni.
 
Ultima modifica:

Vera

Supermod disturbante
Staff Forum
non condannarla no.
Scartando l'ipotesi di avere un marito orco capace di uccidertelo nella culla, qualsiasi altra giustificazione non la ritengo valida per una così schifosa menzogna.
Come ho detto, non condivido il gesto. Così come non condivido quello di un padre che rinnega un figlio (perché seppur non biologico rimane suo padre)

si, lo credo anche io

ma ci vuole la ricetta medica per chiedere un test di paternità ?
chiedo per un amico eh
Sto amico ha rotto leggermente le palle 😬
Non so, di' al tuo amico che se pensa di fare un test di paternità i problemi sono ben altri.
 

Brunetta

Utente di lunga data
non condannarla no.
Scartando l'ipotesi di avere un marito orco capace di uccidertelo nella culla, qualsiasi altra giustificazione non la ritengo valida per una così schifosa menzogna.


si, lo credo anche io

ma ci vuole la ricetta medica per chiedere un test di paternità ?
chiedo per un amico eh
No
 

Jacaranda

Utente di lunga data
Di figli illegittimi cresciuti da padri non biologici ce ne sono molti. Venne comunicato tempo fa dal piu’ grande laboratorio d’analisi d’italia (se non ricordo male).
Io credo che provochi uno shock tale scoprire che tua moglie ti ha fatto crescere un figlio non tuo ingannandoti..che pensare che questo povero uomo poss avere reazioni lucide sia un po’ improbabile.
Deve passare tempo e bisogna metabolizzare… e poi noi non sappiamo tutta la storia
 

Pincopallino

Utente di lunga data
È la risposta più simile al mio pensiero.
Mio padre sono certa che sia mio padre biologico, anche per la somiglianza con mia figlia, ma è stato mio padre affettivo, se quello biologico non fosse stato lui, non cambierebbe nulla.
Il cantante Mengoli ha scoperto di non essere il padre biologico della figlia. La cosa è finita sui giornali qualche anno fa. Lui aveva chiuso i rapporti con la figlia che non si dava pace.
Ecco non credo proprio che “il sangue“ sia così importante.
L’inganno è un’altra cosa.
E se ti dicessi che io NON sono il padre dei miei? Mi vedresti meno padre?
 

Foglia

utente viva e vegeta
@Foglia
Ma la revoca della potestà genitoriale non spetta solo al tribunale?
Lui avrebbe potuto disconoscere il figlio, ma allora il bimbo ha meno di 5 anni.
Avrà promosso un procedimento per il discoscimento della paternità 🤷‍♀️.
Il fine mi pare evidente, è quello che muove schifezze di questo tipo: evitare di passare il contributo al mantenimento, e al contempo (in presenza di forti disparità economiche) quello di evitare qualsiasi contributo alla moglie. Due piccioni con una fava, insomma, è strachissenefrega se di mezzo c'è un adolescente. Pessima lei, ma pessimo anche lui, che in tutto questo avrà solo pensato a come liberarsi da una zavorra. A volte dietro certi matrimoni si nasconde persino tutto questo. D'altro canto questa è l'altra faccia del discorso che si faceva nel 3d di Edo: nessuno può obbligare nessuno a voler bene. Mi auguro solo che al ragazzino vengano a questo punto messi a disposizione gli strumenti per capire il gesto della madre (scema), che ha confessato sta roba nel momento in cui avrà avuto da dire all'ex marito che non "valeva nulla", che manco era padre di suo figlio, che non avrebbe potuto avere alcuna "pretesa" (di vederlo ecc.) al riguardo, è che verso la reazione di quello che fino ieri ha chiamato "papà ", riesca a giungere (attraverso un percorso anche inevitabilmente di dolore) alla più sana, e totale, indifferenza verso quell'uomo. Che verso una rivelazione sbagliatissima (per lo meno in quel momento) non ha saputo fare altro che dire "evvai, ho l'uscita indenne dalla separazione presentata su un vassoio d'argento!".
In tutto questo né l'uno né l'altro genitore hanno saputo anteporre il benessere del figlio: tuttavia (questo lo dico a livello umano, e non per così dire legislativo) secondo me togliere a un adolescente ENTRAMBI i riferimenti (sia pur sgangheratissimi) non sarebbe una bella mossa ;)
Ad ogni buon conto, in carcere in Italia è fin difficile andare ;), l'ex marito sarà soddisfatto di non dovere pagare soldi e il resto, se già non prescritto, si prescrivera' ;)
Rimarrà un ragazzino bisognoso di avere parecchia assistenza comunque, e che un domani sarà il miglior "giudice" delle schifezze dei suoi genitori.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Prima della possibilità dell’esame del DNA il dubbio sulla paternità è stato alla base di tutte le restrizioni legali e sociali che hanno limitato la libertà della donna.
Per questo al momento della nascita è al centro il riconoscimento paterno.
9B4E360C-22B0-47ED-88CD-B97EB7C7E4F6.jpeg
 

patroclo

Utente di lunga data
Per un reato del genere non andrà sicuramente in galera e quindi non penso proprio ci sia un problema "tecnico" di separazione dal figlio.

La finzione portata ai massimi livelli, immagino il dolore dei protagonisti. In una scala di gravità delle cose mi verrebbe da condannarla più per aver vomitato una cosa così tremenda che per averla messa in atto, ma sono sottigliezze
 

spleen

utente ?
Prima della possibilità dell’esame del DNA il dubbio sulla paternità è stato alla base di tutte le restrizioni legali e sociali che hanno limitato la libertà della donna.
Per questo al momento della nascita è al centro il riconoscimento paterno.
View attachment 10612
Ecco, anche il re leone adesso. :)
Però decidetevi, o parlate di affetti o di gestione del potere che è un altro paio di maniche.

Detto per inciso, se mia madre mi avesse nascosto una cosa del genere non la vorrei più vedere nemmeno in fotografia.
 
Top