Quale ritrovato tecnologico è indispensabile?

Brunetta

Utente di lunga data
Inevitabile però. Il mondo cambia e si perdono le abilità che non servono più e si acquistano quelle nuove che servono in quel periodo
Infatti abbiamo perso le competenze di correre nella savana o nella foresta per cacciare e ...andiamo a correre per niente per strada o in palestra.
Anch’io sono convinta che sia straordinaria la nostra capacità di adattamento. Ma, come dicevi, stiamo affidando a sussidi tecnologici e a una memoria esterna parte delle nostre facoltà. Alcune di queste facoltà le possediamo in potenza, ma se non vengono esercitate si perdono.
Un tempo si studiavano non solo poesie, ma lunghi brani in prosa a memoria, questo (lo leggevo in una riflessione di uno scrittore e mi ha portato a questa mia riflessione) studiare poesie non solo esercitava la memoria, ma forniva modelli sintattici e arricchiva il vocabolario e l'immaginario. Ormai da decenni non viene più richiesto alcun apprendimento mnemonico. Certamente ripetere a pappagallo le parole di un libro non faceva capire, ma io ricordo ancora cose di cui ho compreso il senso molto tempo dopo. Da tempo si punta a capire, ma poi spesso non si ricorda.
 

omicron

Utente pigro
No, sono compromesse nel senso che quella password è stata usata da qualcun altro in un altro account ed ora è una password nota.
Se qualcuno cercherà di accedere a un tuo account in maniera fraudolenta, queste password note sono le prime che proveranno
no no, sono stata io a fare gli accessi con altri account, lo so perché mi arrivano le notifiche
 

danny

Utente di lunga data
A me preoccupano maggiormente la perdita di competenze e, in misura inferiore, di altre tecnologie tradizionali.
Ad esempio un tempo si conoscevano alcuni o molti numeri di telefono a memoria, adesso solo il proprio. Io non ha memorizzato nemmeno quelli dei figli, se restassi senza il mio telefono, non potrei chiamarli dal telefono di un’altra persona. È oggettivamente una perdita.
Il fatto che tutti abbiano un telefono che fornisce anche l’ora, ha fatto eliminare le cabine telefoniche e i telefoni pubblici, con problemi in caso di rottura o perdita del proprio e nelle città non ci sono più orologi stradali.
Il navigatore, che ho indicato come eccezionale, riduce la capacità di orientamento e porterà a risparmiare sulle indicazioni stradali man mano che si deterioreranno?
Ma già ora pare che i ragazzi, anche dopo anni di frequenza scolastica (non gli anziani che non hanno avuto questa possibilità) abbiano difficoltà di attenzione senza essere sottoposti a più stimoli e fatichino a comprendere testi complessi, ma anche messaggi complessi. Questo lo possiamo vedere anche in noi stessi quando troviamo noioso un dibattito o documentario e ci facciamo distrarre dal contesto o dalla pettinatura delle persone che parlano.
Pensa alla cosa più importante...
I soldi.
Pensa a come viaggiano ora.
E giustamente pensa alle conseguenze che ha indicato Feather.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Pensa alla cosa più importante...
I soldi.
Pensa a come viaggiano ora.
E giustamente pensa alle conseguenze che ha indicato Feather.
Ma anche che è non è un problema per noi che concretamente noi abbiamo avuto i soldi in mano e abbiamo visto il portafogli svuotarsi, ma per le prossime generazioni lo scambio sarà subito astratto. Per fortuna resta Monopoli.
 

ologramma

Utente di lunga data
No, le password dovrebbero essere tutte diverse e composte da almeno 12 caratteri alfanumerici casuali o 3-4 parole sempre casuali. E tutte diverse. Mai riutilizzare una password su più account
Lo so ,quelle più complesse ,ne ricordo solo una la più importante,le altre le ho scritte da una parte , non sono collegabili con nomi o date , se c'è n'è qualcuna sono senza importanza.
 

danny

Utente di lunga data
Ma anche che è non è un problema per noi che concretamente noi abbiamo avuto i soldi in mano e abbiamo visto il portafogli svuotarsi, ma per le prossime generazioni lo scambio sarà subito astratto. Per fortuna resta Monopoli.
Il problema è che le transazioni viaggiano su rete.
Tagli la rete e devasti completamente l'economia di uno stato.
In caso di conflitto, è qualcosa di totalmente inedito nel panorama occidentale.
Noi in questo momento abbiamo delle dipendenze che nel novecento non esistevano.
L'acqua corrente, non mi stancherò mai di dirlo, dipende dalla fornitura elettrica.
La fornitura dei chip è necessaria anche per far funzionare una lavatrice o una caldaia.
E, recentemente, anche le bici si sono date alle batterie...
Nel 1943 quando tutto era perduto, le persone usavano le bici e il mercato nero..
Oggi metti fuori gioco la rete e non hai più nulla.
E progressivamente la tendenza è verso una gestione della società sempre più precaria.
Direi quindi che la rete è stata resa indispensabile.
 
Ultima modifica:

ologramma

Utente di lunga data
Il problema è che le transazioni viaggiano su rete.
Tagli la rete e devasti completamente l'economia di uno stato.
In caso di conflitto, è qualcosa di totalmente inedito nel panorama occidentale.
Noi in questo momento abbiamo delle dipendenze che nel novecento non esistevano.
L'acqua corrente, non mi stancherò mai di dirlo, dipende dalla fornitura elettrica.
La fornitura dei chip è necessaria anche per far funzionare una lavatrice o una caldaia.
E, recentemente, anche le bici si sono date alle batterie...
Nel 1943 quando tutto era perduto, le persone usavano le bici e il mercato nero..
Oggi metti fuori gioco la rete e non hai più nulla.
E progressivamente la tendenza è verso una gestione della società sempre più precaria.
Direi quindi che la rete è stata resa indispensabile.
tutte cose logiche che mi fanno pensare perchè Putin non si è subito dedicato a bombardare le infrastrutture e le centrali elettriche e i ponti , invece di indirizzare i missili sulle scuole e ospedali e edifici , come avrebbero fatto poi con cellulare senza antenne e corrente?
Hanno ipotizzato che se succedesse una guerra totale , tagliando il cavo sottomarino che collega l'europa e l'america , come anche accecare i satelliti per smorzare o spegnere il gps , come indirizzerebbero i missili per impostare le coordinate?
 

feather

Utente tardo
come indirizzerebbero i missili per impostare le coordinate?
I sistemi militari sono progettati per scenari del genere, a differenza del resto della società civile. Ci sono sistemi inerziali per la guida dei missili, certo infinitamente meno precisi, specie nelle lunghe distanze.

A me spaventa molto di più quello di cui parla Danny. Abbiamo tutta una società e economia che senza fragili infrastrutture potrebbe collassare in pochi giorni. Con risultati da peggiore dei film distopici.
Se durante la seconda guerra i civili se la passava molto male, è anche vero che la società era molto meno urbanizzata, tanti avevano un giardino,due galline...
Prova a immaginare lo stesso scenario di guerra in una città come Milano. Che da un giorno all'altro si trova con supermercati vuoti, niente acqua o fognature...

Ad ogni modo non temere, la sta bombardando ora la rete elettrica, l'Ucraina sta razionando l'energia elettrica
 

ologramma

Utente di lunga data
I sistemi militari sono progettati per scenari del genere, a differenza del resto della società civile. Ci sono sistemi inerziali per la guida dei missili, certo infinitamente meno precisi, specie nelle lunghe distanze.

A me spaventa molto di più quello di cui parla Danny. Abbiamo tutta una società e economia che senza fragili infrastrutture potrebbe collassare in pochi giorni. Con risultati da peggiore dei film distopici.
Se durante la seconda guerra i civili se la passava molto male, è anche vero che la società era molto meno urbanizzata, tanti avevano un giardino,due galline...
Prova a immaginare lo stesso scenario di guerra in una città come Milano. Che da un giorno all'altro si trova con supermercati vuoti, niente acqua o fognature...

Ad ogni modo non temere, la sta bombardando ora la rete elettrica, l'Ucraina sta razionando l'energia elettrica
Se ciò avvenisse le città si svuoterebbero ,cosa che è successa nella seconda guerra mondiale , i bombardamenti non sono paragonabili solo se prendiamo come esempio quelli fatti a tappeto dagli americani ,che ora si indignano per come lo fanno i russi ,che ipocrisia che c'è ora .
La guerra è sempre da condannare ma per non arrivarci bisogna dialogare per sentire le ragioni sia dell'uno e dell'altro, ma ciò non avviene solo dopo la catastrofe.
 

feather

Utente tardo
che ipocrisia che c'è ora
c'è sempre stata. L'America si propone come faro morale dell'occidente ma basta dare un'occhiata al recente passato e guardare ai disastri che hanno combinato in sud america e Indonesia ad esempio.
Causato, seppur indirettamente, migliaia, forse milioni di morti.
Poi io non ho mai capito come la Russia si lamenti di malefatte perpetrate dagli Ucraini di cui sento parlare solo ora.
La Russia ha un apparato di propaganda immenso. Se davvero sti Ucraini la hanno così maltrattata, perché non li hanno esposti sui media mondiali? E si che l'accesso ce l'hanno..
 

Brunetta

Utente di lunga data
c'è sempre stata. L'America si propone come faro morale dell'occidente ma basta dare un'occhiata al recente passato e guardare ai disastri che hanno combinato in sud america e Indonesia ad esempio.
Causato, seppur indirettamente, migliaia, forse milioni di morti.
Poi io non ho mai capito come la Russia si lamenti di malefatte perpetrate dagli Ucraini di cui sento parlare solo ora.
La Russia ha un apparato di propaganda immenso. Se davvero sti Ucraini la hanno così maltrattata, perché non li hanno esposti sui media mondiali? E si che l'accesso ce l'hanno..
Sei convinto?
Io ho solo visto centinaia di film con i Russi brutti e cattivi. Quanti film russi hai visto?
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
c'è sempre stata. L'America si propone come faro morale dell'occidente ma basta dare un'occhiata al recente passato e guardare ai disastri che hanno combinato in sud america e Indonesia ad esempio.
Causato, seppur indirettamente, migliaia, forse milioni di morti.
Poi io non ho mai capito come la Russia si lamenti di malefatte perpetrate dagli Ucraini di cui sento parlare solo ora.
La Russia ha un apparato di propaganda immenso. Se davvero sti Ucraini la hanno così maltrattata, perché non li hanno esposti sui media mondiali? E si che l'accesso ce l'hanno..
chi ha voluto sprecare 10 minuti per fare una ricerca su Google, di notizie su quello che è successo dai fatti di Odessa in poi, ne ha trovate a strafottere
 

Brunetta

Utente di lunga data
Tu hai questa tendenza a considerli l'impero del male che non ho compreso fino in fondo... 😁
Non è l’impero del male. È la nazione che domina culturalmente. Noi qui alla periferia dell’impero almeno dobbiamo riconoscere che ci formiamo attraverso quella cultura.
 
Top